> I vantaggi dell'isolamento:

Protezione dal freddo

La cellulosa in fiocchi ha una densità ideale che non lascia passare il freddo.

Protezione dal caldo

La cellulosa ha una capacità di assorbire calore doppia rispetto a isolanti tradizionali.

Prodotti naturali

La cellulosa è un'isolante naturale e a basso impatto ambientale che diminuisce i consumi energetici.

Risparmio e guadagno

Una casa isolata consuma meno riscaldamento in inverno e fa risparmiare sui costi per la climatizzazione in estate.

isolarelacasa.it » Come isoliamo » Isolamento dei sottotetti con la cellulosa in fiocchi

Isolamento dei sottotetti con la cellulosa in fiocchi

SCARICA FILMATO INSUFLAGGIO SOTTOTETTO

I sottotetti sono il “cavallo di battaglia” della fibra di cellulosa in quanto l’impiego di materiale sfuso consente di poter ottenere ottimi risultati anche quando il sottotetto è utilizzato come ripostiglio o non utilizzato e spesso occupato anche da vari tipi di sostegno per la struttura del tetto (puntoni in legno, muretti in laterizio, ecc.) o addirittura inaccessibile.

SOLUZIONE 1: STESA A TAPPETO DELLA CELLULOSA

Nell’intervento standard, dove il sottotetto non è utilizzato o è utilizzato solo poche volte l’anno per la manutenzione (es. accesso all’antenna), il materiale viene insuflato sfuso e steso a tappeto su tutta la superficie da ricoprire, con uno spessore variabile da 12 a 25 cm in funzione dell’isolamento che si vuol ottenere.
Le caratteristiche del materiale e il sistema di applicazione, consentono allo stesso di andare a saturare tutti gli spazi presenti (anche quelli inaccessibili alla persona). La fibra di cellulosa va a saturare ogni spazio utile e garantisce una perfetta aderenza alla superficie del sottotetto anche se non è liscia o ospita tubazioni elettriche o idriche o è totalmente inacessibile, a differenza di un isolamento realizzato con pannelli rigidi, i quali garantiscono un’idonea aderenza solo nel caso in cui la superficie d’appoggio è liscia e sgombra da ogni impedimento e accessibile da un operatore. Visivamente il prodotto steso (che non crea fastidio alle vie respiratorie e tanto meno crea prurito come la lana di vetro, è ultra leggero e quindi non grava sulla struttura) si presenta come un tappeto soffice (come il cotone)

Foto insuflaggio sottotetto stesa a tappeto

E’ CALPESTABILE?

SI, se calpestata, la cellulosa NON si danneggia in quanto le fibre sono elastiche e non si rompono (come invece capita con i pannelli di lana di vetro o lana di roccia). Il piede sprofonda, ma le orme che lasciamo camminandoci sopra, possono essere rimosse spianandole con le mani, senza il timore di aver compromesso l’efficacia dell’isolamento.

SOLUZIONE 2: PASSERELLA CALPESTABILE + INSUFLAGGIO DI CELLULOSA

Se il camminamento sul sottotetto è frequente e pressoché periodico, si può procedere con la creazione di una passatoia mediante posa di pannelli di OSB (a scaglie di legno orientate) da cm. 1,8 circa di spessore, sospesi dalla superficie del pavimento mediante “piedini” di idonea altezza, ed insuflando la cellulosa al di sotto.
Tali pannelli hanno dimensioni cm. 62,5×62,5 circa, vengono posati in modo da poter permettere un sicuro camminamento fissando i piedini nella giunta tra i pannelli.

Foto di camminamenti:

SOLUZIONE 3: TAVOLATO PARZIALE O COMPLETO USO RIPOSTIGLIO + INSUFLAGGIO DI CELLULOSA

Nel caso in cui il sottotetto venga utilizzato come ripostiglio per oggetti vari (es. addobbi di natale, libri, piastrelle, ecc) è possibile realizzare una pannellatura parziale o continua su tutta la superficie (con cellulosa insuflata al di sotto) al fine di ottenere un locale totalmente usufruibile come ripostiglio.

Foto sottotetto con pannellatura continua

SOLUZIONE 4: TAVOLATO CONTINUO TOTALE + INSUFLAGGIO USO ABITATIVO

Nel caso in cui il sottotetto sia abitabile per altezza è possibile realizzare una pannellatura continua su tutta la superficie (con cellulosa insuflata al di sotto) e sopra questa posizionare un pavimento flottante tipo parquet, al fine di ottenere un locale totalmente usufruibile come ufficio a oad uso abitativo.

ESEMPI DI PESSIMO ISOLAMENTO DEL SOTTOTETTO O DEL TETTO

In inverno, alcuni giorni dopo una nevicata, è molto frequente vedere alcuni tetti delle abitazioni con ancora la neve ed altri dove la neve si è già sciolta tutta o quasi. Un sottotetto o tetto ben isolato consente di non sprecare soldi per il riscaldamento e di non disperdere il calore che normalmente va verso l’alto.

Ecco alcuni esempi di foto.

VANTAGGI DELL’ISOLAMENTO DEL SOTTOTETTO:

  • Continuità di isolamento, in quanto essendo un materiale sfuso, non sussite il problema della discontinuità tipica del giunti tra i pannelli di isolante
  • Perfetta aderenza alle superfici anche se irregolari o in preseza di sottoservizi (impianti elettrici ed idraulici)
  • Ideale per sottotetti difficilmente raggiungibili o con muricci a nido d’ape
  • Rapidità di posa: si possono ricoprire circa 600 mq al giorno
  • Leggero e non “pesa” sulla struttura
  • Se calpestato non si danneggia
  • Possibilità di realizzare tavolati o passerelle
  • L’ intervento è a secco e pertanto non deve smaltire umidità
  • Il lavoro puo’ essere fatto in quasiasi stagione e non crea alcun disagio se la casa è abitata
  • Efficace contro il caldo estivo ottenendo facilmente buoni valori di SFASAMENTO (gli isolanti di origine sintetica es polistirolo, lane minerali, ecc NON sono inefficaci contro il caldo estivo)

QUANTO SPESSORE DEVO USARE PER ISOLARE IL SOTTOTETTO?

PER SAPERNE DI PIU’:

SCARICA LA SCHEDA ISOLAMENTO SOTTOTETTO